Cosa vedere in Abruzzo: il Castello di Roccascalegna (Chieti). La storia del castello e di Roccascalegna

cosa-vedere-in-abruzzo-il-castello-di-roccascalegna-chieti-la-storia-del-castello-e-di-roccascalegna
In un itinerario di viaggio a Chieti (in Abruzzo), una cosa da vedere e visitare è senz’ altro il Castello di Roccascalegna.
Il castello è posto su un vertiginoso strapiombo, ai piedi della Majella. Il Castello di Roccascalegna fu edificato nell’ XI secolo sui resti di una fortificazione risalente alla lunga guerra fra Longobardi e Bizantini. Restaurato, il castello è oggi completamente visitabile. La zona non è stata colpita dal recente terremoto dell’ Abruzzo.
Il Castello di Roccascalegna, arroccato su un gigantesco masso arenario, domina le colline circostanti da uno strapiombo verticale alto oltre cento metri. Grazie alle massicce mura e alle innovazioni tecniche e militari dell’ epoca, il castello era conosciuto fin dagli arabi con il nome di “Ruqqah Gawrali”, tanto che ne scrisse nel XII secolo anche il geografo Edrisi ne “Il Libro di re Ruggiero”.
Benché Roccascalegna sorga nell’ entroterra abruzzese, in provincia di Chieti, dista in linea d’ aria solo una ventina di chilometri dal mare e quindi gode di un clima dolce che favorisce la macchia mediterranea insieme a estesi boschi di querce e ginepri.
In questa zona, appena al margine del Parco della Majella, anche la fauna è ricca, con cinghiali, camosci, cervi e, sporadicamente, lupi. Come si capirà, il turrito castello, le montagne con i boschi secolari ricchi di animali selvatici, le leggende che permeano questi luoghi contribuiscono a evocare tutti gli ingredienti di tante fiabe che, non a caso, si svolgono nel Medioevo. Solo che in questo caso Roccascalegna non è fiaba, ma storia e realtà.

LA STORIA DEL CASTELLO DI ROCCASCALEGNA (CHIETI)

Anticamente in questa zona vivevano i Sabellici, e in particolare le tribù dei Carricini e dei Frentani, presto assoggettati alla potenza di Roma. Dopo la caduta di questo impero, i territori abruzzesi furono scossi da sanguinosi eventi bellici, come la guerra greco-gotica del VI secolo. Fra i Bizantini, padroni della fascia costiera, e i Longobardi, occupanti l’ entroterra, la strategia militare di ambe le parti incluse la creazione di rocche e castelli.
Fra l’ altro, al castello è esposta l’ unica riproduzione a grandezza naturale e funzionante d’ Europa di lanciafiamme bizantino, l’ arma segreta dell’epoca in grado di annientare il nemico con il terribile “fuoco greco”, una miscela liquida infiammabile che bruciava persino sull’ acqua.
A Roccascalegna, grazie anche alle possibilità difensive del luogo, i Longobardi crearono un insediamento che secoli dopo, ossia nel periodo Normanno-Svevo (XI-XII secolo), venne ulteriormente potenziato con il vero e proprio castello, munito di ponte levatoio, dormitori per i soldati, magazzini, una chiesetta, una cisterna per la raccolta dell’acqua piovana e persino un apposito locale per i servizi igienici, particolare allora generalmente avveniristico e tuttora esistente.
Adatto a fronteggiare le armi ossidionali dell’ epoca, come mangani e arieti, il castello di Roccascalegna, come del resto tutti gli altri, risentì dell’ avvento delle armi da fuoco come le bombarde e quindi dovette essere adeguato a questa nuova e devastante minaccia. Nel periodo Angioino-Aragonese (XV secolo) le torri prima quadrate furono arrotondate per deflettere i colpi e le mura furono ispessite.

Visitare Roccascalegna significa rivivere l’ atmosfera del passato, assaporare una cucina tipica gustosa e variegata e ammirare panorami grandiosi.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:
Pro Loco di Roccascalegna tel 3387756873





4 risposte

  1. Merissa scrive:

    Questo post sul Castello di Roccascalegna è un ottimo spunto per le vacanze in Abruzzo. Nella mia opinione il vostro sito internet è redatto realmente in modo efficace, lo seguo con passione. Ottimo lavoro, a presto.

  2. Rosa scrive:

    Una regione meravigliosa l’ Abruzzo, che ha molto da offrire. Scelta perfetta per una vacanza!

  3. celine scrive:

    grazie mille davvero per questo articolo sul Castello di Roccascalegna ! era proprio ciò che ci voleva per la mia ricerca…
    complimenti vivissimi

  4. Jessica scrive:

    è proprio quello che stavo cercando per organizzare il mio itinerario di viaggio in Abruzzo.
    grazie Jessica

Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!