Itinerario di viaggio 15 giorni all’ isola di Giava (Indonesia): cosa vedere

L’ Indonesia è un Paese ricco di bellezze: dalle risorse naturali (i vulcani, le foreste, le risaie, il mare, le baie e le spiagge) a quelle artistiche, storiche e culturali, con diversi siti archeologici interessanti da visitare. L’ Indonesia è un Paese in cui convivono parecchie etnie differenti: ogni posto è diverso dall’ altro e ha una storia da raccontare. Con le sue 13.677 isole, delle quali circa 6000 abitate, l’ Indonesia è l’ arcipelago più grande del mondo.

Il periodo migliore per programmare un viaggio in Indonesia è quello che va da maggio a ottobre, nella stagione secca.

L’ itinerario di viaggio proposto da cui prendere spunto per organizzare una vacanza in Indonesia è di 15 giorni e porta alla scoperta dell’ isola di Giava, una delle isole più belle dell’ arcipelago indonesiano.

Per spostarvi all’ interno dell’ isola di Giava, tenete presente che le strade non sono in buone condizioni e il codice stradale è quasi completamente ignorato dai Giavanesi, fattore che rende difficoltoso spostarsi in auto. Privilegiate quindi i trasporti pubblici, sia autobus che treni: ve ne sono di tutti i tipi, da sovraffollati e lentissimi a relativamente efficienti. Valutate eventualmente di affittare un’ auto con autista, oppure spostatevi in taxi.

Itinerario di viaggio isola di Giava (Indonesia): tour di 15 giorni

Tappe del viaggio: Jakarta, Bandung, il vulcano di Tangkuban Prahu, le terme di Ciater, Yogyakarta, il sito archeologico di Borobudur, l’ isola di Menyawakan.

1° giorno: Italia-Jakarta

Il primo giorno della vostra vacanza in Indonesia è ovviamente dedicato al viaggio: partenza dall’ Italia con volo di linea, pernottamento e pasti sull’ aereo.

2° giorno: arrivo a Jakarta

Il secondo giorno si arriva all’ aeroporto di Jakarta, la capitale dell’ Indonesia. Dopo il trasferimento dall’ aeroporto all’ hotel, potete rilassarvi e riprendervi dalla stanchezza del viaggio. Quindi potete passare la vostra prima serata a Jakarta nel Taman Ismail Marzuk, il Centro culturale di Jakarta: sorge in JI. Janksa e spesso organizza interessanti spettacoli tradizionali con danze balinesi e concerti di musiche dell’ Indonesia. Questo è un buon modo per iniziare il vostro viaggio in Indonesia. Il centro culturale include anche due gallerie, dove troverete esposte opere di artisti indonesiani contemporanei.

3° giorno: visita di Jakarta

La mattina del vostro terzo giorno di viaggio in Indonesia potete dedicarvi a visitare con calma la città di Jakarta. Cominciate dalla parte vecchia di Jakarta (quella che fu l’ enclave olandese di Batavia), che gli abitanti di Jakarta sono soliti chiamare Kota. Potete visitare Sunda Kelapa, una zona della città che sorge proprio alla foce del fiume Ciliwung e che gli abitanti di Jakarta chiamano Pasar Ikan (mercato del pesce). Venire qui alle prime ore del mattino significa assistere a scene di vita quotidiana davvero autentiche: gente di tutte le etnie contratta il prezzo di aragoste e pesci vari pescati nel mare di Giava.

Durante un viaggio a Jakarta in Indonesia è da vedere anche Glodok, il quartiere cinese della città: una zona commerciale caratterizzata da un labirinto di stradine fiancheggiate da parecchi negozietti di diverso genere, con molte bancarelle e chioschi dove mangiare qualcosa velocemente. Le case del quartiere sono in stile tipico cinese. Questo è un posto dove passeggiare con calma, potete anche pranzare qui in uno dei tanti punti di ristoro. E’ poi da vedere il Dharma Saya: il tempio cinese più significativo di Jakarta, costruito intorno al 1860. Fate una passeggiata anche lungo JI. Gajah Mada, importante arteria commerciale della città. Nella parte vecchia di Jakarta potete vedere anche la piazza Taman Fataillah, che è circondata da alcuni musei interessanti: il Museo delle Belle Arti e delle Ceramiche (dove potrete ammirare stupende collezioni di ceramiche del Sud-Est asiatico), il Museo cittadino e il Museo Wayang.

Il Monumento nazionale sorge invece in JI. Silang Monas: è un imponente obelisco in marmo con in cima una fiamma d’ oro di ben 35 kg. Fra le principali attrattive culturali da visitare durante un viaggio a Jakarta c’è la Gereja Portugis: una chiesa che sorge in JI. Pengeran. La chiesa dispone di un un organo antico e di un pulpito in stile barocco. E’ da vedere quindi la Moschea Istiqlal, che sorge in piazza Merdeka ed è la più grande moschea di tutto il Sud-Est asiatico.

Dopo quest’ immersione nei musei e nelle attrattive culturali di Jakarta, se siete appassionati di natura e animali spostatevi nella periferia sud di Jakarta, nel quartiere di Ragunan, dove sorge uno zoo. In alternativa potete visitare il Pasar Burung: il mercato degli uccelli che quotidianamente è tenuto in JI. Pramuka.

4° giorno: Jakarta-Bandung. Escursione al vulcano Tangkuban Prahu

La mattina del vostro quarto giorno di viaggio in Indonesia partite alla volta di Bandung, capitale della provincia di West Giava: un bel tragitto che vi farà ammirare paesaggi caratterizzati da campi coltivati a terrazza e piantagioni di tè. Dopo essere arrivati a Bandung ed esservi sistemati in albergo, visitate il celebre Tangkuban Prahu, che sorge a soli 30 chilometri a nord di Bandung. Si tratta di un vulcano dormiente noto con il nome di “canoa rovesciata”: per arrivarvi dovrete attraversare una strada che vi offrirà un panorama indimenticabile fra le colline di Lembang. Una volta giunti al vulcano potete arrivare fino al cratere, dove vedrete da vicino le sorgenti di fango bollente e acqua calda: uno spettacolo davvero emozionante. Si possono anche comprare le uova cucinate sulla superficie calda. Quindi, dopo questa interessante escursione, potete rientrare al vostro albergo di Bandung.

5° giorno: Bandung-Sorgenti termali di Ciater

La mattina del vostro quinto giorno di viaggio in Indonesia potete organizzare una gita da Bandung nella cittadina di Ciater, famosa per le sue sorgenti termali. Immersa in un’ idilliaca ambientazione naturale, fra monti e ruscelli, Ciater vi offrirà tutto il relax e il benessere di una vacanza termale: le sorgenti calde naturali di Ciater sono infatti note per le loro proprietà curative. Potete usufruire dei trattamenti presso la “Hot Springs-Ciater Spa”. Dopo i trattamenti nel centro benessere, visitate il vicino villaggio di Padasuka, dove potrete ascoltare le armoniose melodie dell’ Angklung: lo strumento musicale costruito con le canne di bambù che è tipico del villaggio. In serata rientrate presso il vostro hotel a Bandung.

6° giorno: Bandung-Yogyakarta

Il sesto giorno della vostra vacanza vi aspetta una nuova tappa del vostro viaggio in Indonesia: Yogyakarta, l’ anima più autentica dell’ isola di Giava, il suo vero centro artistico, religioso e culturale. Raggiungete Yogyakarta in treno, anche se impiegherete più tempo: quando vedrete le meraviglie del paesaggio del distretto di Preanger, che attraverserete durante il tragitto in treno, capirete il perchè di questo consiglio. Yogyakarta è il luogo che, come nessun altro posto a Giava, conserva le tradizioni culturali e religiose più antiche. Yogyakarta si trova a circa 600 chilometri da Jakarta e sorge molto vicina all’ Oceano Indiano, dal quale infatti dista solo 24 chilometri. Nel tardo pomeriggio arriverete a Yogyakarta, dove dopo esservi sistemati in albergo potrete riprendervi dalle fatiche del viaggio.

7° giorno: Yogyakarta

Il settimo giorno del vostro viaggio in Indonesia vi aspettano le bellezze della città di Yogyakarta, nota anche con l’ abbreviativo Yogya. Centro di diffusione della civiltà indiana a partire già dai primi secoli dopo Cristo e punto di incrocio di parecchie antiche civiltà, Yogyakarta è una città davvero piacevole e rilassante, molto frequentata da intellettuali e artisti. Cominciate a visitarla partendo dal Kraton, la stupenda ed enorme reggia dei sultani che sorge nella zona vecchia di Yogyakarta: una magnifica reggia nello stile tipico delle corti di Giava, con diversi giardini, padiglioni e cortili. Per immergervi nella vita vera di Yogyakarta visitate invece il Mercato (Pasar) Baringhario: vivacissimo e colorato mercato, uno dei migliori dell’ Indonesia intera. E’ molto bello anche il mercato di Pasar Ngasem, dove sono esposti in gabbie di bambù uccelli di diverso tipo; in questo mercato sono inoltre esposti anche i pipistrelli tipici di alcune zone dell’ Indonesia. Nelle immediate vicinanze di Yogyakarta, visitate poi il Pranbanan: tempio indù la cui costruzione risale al IX secolo.

8° giorno: Yogyakarta-Borobudur-Yogyakarta

La mattina del vostro ottavo giorno di viaggio in Indonesia partite per un’ interessante escursione nel tempio buddista di Borobudur, che si trova a soli 42 chilometri da Yogyakarta, proprio nel centro dell’ isola di Giava. Il tempio di Borobudur è l’ attrattiva principale dell’ omonimo sito archeologico, sito fra i più significativi di tutto il sud-est asiatico. Per ammirarlo dovrete arrivare in cima ad una piccola collina immersa in un paesaggio di palme e risaie. Il magnifico tempio, la cui costruzione risale al XIX secolo d.C, incarna la concezione della cosmologia buddista e quindi rappresenta su pietra tutte le fasi che dalla vita quotidiana sulla terra conducono al raggiungimento del nirvana, il paradiso buddista. Quest’ imponente tempio è ricchissimo di dettagli scultorei e include più di 430 sagome di Buddha.

Nelle vicinanze di Borobudur sorgono anche altri due interessanti templi che potrete visitare durante la vostra vacanza in Indonesia: il Tempio di Mendut (con una straordinaria immagine del Buddha alta 3 metri) e il Candi Pawon. Nella zona si può visitare anche il Museo Haji Widayat che offre un’ esposizione di arte moderna indonesiana, e il Museo Archeologico Karmawibhangga dove potrete ammirare oltre 4.000 sculture che provengono dal sito archeologico e un’ esposizione di utensili e sostanze chimiche utilizzate per restaurare l’ area archeologica. In serata rientrate al vostro hotel di Yogyakarta.

9° giorno: Yogyakarta-isola di Menyawakan

Il mattino del vostro nono giorno di viaggio in Indonesia trasferitevi a Semarang, uno degli aeroporti di Yogyakarta che si trova a circa 90 chilometri di distanza da Yogyakarta. Qui prendete volo per l’ isola di Menyawakan: una splendida isola tropicale dell’ Arcipelago delle Karimunjawa (che è Parco nazionale marino ed è formato da 27 isole), al largo della costa di Giava. Vi attende uno scenario idilliaco: mare trasparente, lunghe spiagge di sabbia, palme da cocco e una barriera corallina eccezionale. Nell’ isola sorge il Kura Kura resort, dove potrete soggiornare.

10°-11°-12° giorno: isola di Menyawakan

Dato che l’ isola di Menjawakan è di un’ eccezionale bellezza, passate qui in totale relax almeno due o tre giornate della vostra vacanza in Indonesia, in modo da potervi dedicare con calma all’ esplorazione dell’ isola e ai vostri sport acquatici preferiti.

13° giorno: isola di Menyawakan-Yogyakarta

La vostra vacanza in Indonesia sta per finire: la mattina del tredicesimo giorno di viaggio partite per l’ aeroporto dove vi aspetta il volo di rientro per l’ isola di Giava. Quindi arriverete all’ aeroporto di Semarang e, dopo il trasferimento in hotel a Yogyakarta, potete rilassarvi e dedicare a Yogyakarta un’ ultima visita (con gli ultimi acquisti per eventuali regali) prima di prendere il volo di rientro per l’ Italia previsto il giorno successivo.

14° giorno: Yogyakarta-Italia

La mattina partite per l’ aeroporto internazionale di Yogyakarta, dove prenderete il vostro volo di rientro per l’ Italia. Cenate e pernottate sull’ aereo.

15° giorno: ITALIA

Arrivo in Italia e fine del viaggio.





Website is Protected by WordPress Protection from eDarpan.com.

Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!