Fino al 13 Febbraio 2013 alla Triennale di Milano è aperta al pubblico la mostra “L’ architettura del Mondo. Infrastrutture, mobilità, nuovi paesaggi”: una mostra su tutte quelle opere (ad esempio le ferrovie, le strade, i ponti, le dighe, gli aeroporti) che nelle società moderne sono importanti per la vita quotidiana delle persone, ma che cambiano i paesaggi e a volte hanno un impatto negativo sull’ ambiente.

Attraverso un percorso espositivo molto ricco e interessante, la mostra della Triennale di Milano intende non solo affrontare il tema delle infrastrutture, ma anche sensibilizzare i visitatori su una questione più specifica: l’ importanza di portare avanti progetti architettonici compatibili con l’ ambiente e multifunzionali, in modo che le infrastrutture e le opere architettoniche possano apportare miglioramenti ambientali, estetici e anche sociali nel territorio in cui vengono costruite.

Il percorso espositivo della mostra di Milano

Per illustrare al meglio un tema così complesso, la mostra di Milano si articola in quattro diverse sezioni.

Prima sezione della mostra: uno sguardo storico sul Novecento

Nella prima parte della mostra allestita alla Triennale di Milano si offre al visitatore un approfondimento storico sul Novecento: in questa sezione sono presentate le grandi opere e le infrastrutture realizzate nel periodo preso in esame, come ad esempio i disegni di Saarinen per la stazione di Helsinki e quelli di Poelzig per la diga di Klingerberg. In questa sezione vengono anche evidenziate tutte quelle opere che possono e devono essere prese a modello perchè sono state progettate con l’ obiettivo di offrire maggiori spazi pubblici e di apportare un valore aggiunto all’ ambiente senza rovinarlo. Fra queste opere figura in mostra il progetto architettonico di Rino Tami per l’ inserimento ambientale dell’ autostrada del Ticino. Sempre all’ interno di questa prima sezione della mostra, il visitatore trova anche una parte dedicata alla grande ingegneria italiana “esplosa” tra gli anni Cinquanta e gli anni Settanta.

Seconda sezione della mostra: infrastrutture all’ estero

Questa sezione della mostra di Milano presenta alcune opere e infrastrutture estere di recente realizzazione che possono servire da modello all’ Italia, affinchè colmi il divario che la separa da molti altri paesi in fatto di infrastrutture e di progetti ambientali.

Terza sezione della mostra: infrastrutture in Italia

Non poteva mancare in questa mostra di Milano una sezione dedicata al nostro paese: questa parte della mostra presenta le opere che sono state realizzate in passato e quelle ancora in divenire. Nonostante vengano evidenziati tutti i problemi e i ritardi dell’ Italia in questo settore, sono presentati anche i casi positivi: i progetti che hanno saputo coniugare in modo armonioso arte, infrastrutture, città, architettura e paesaggio.

Terza sezione della mostra: opere geografiche globali

L’ ultima sezione della mostra di Milano approfondisce il tema delle opere intraprese su scala globale, ad esempio quelle volte ad ottenere un maggiore approvvigionamento energetico o idrico a vantaggio globale. Questo genere di opere è da non poco una realtà in Cina, Sud, America, in Africa, a Bering e a Panama. Ma anche nel Novecento ci sono stati tentativi e progetti su scala globale, come ad esempio alcune opere nell’ America del New Deal e nella Russia di Stalin, e i progetti dell’ Atlantropa di Herman Sörgel volti ad abbassare il livello del Mar Mediterraneo per avere maggiori risorse energetiche e idriche da utilizzare per l’ agricoltura.

Gli approfondimenti della mostra

La mostra alla Triennale di Milano offre la possibilità di approfondire alcune tematiche specifiche. In particolare un approfondimento molto interessante è quello sui ricercatori, gli architetti e gli ingegneri italiani che dopo aver studiato nel nostro paese si sono trasferiti a lavorare all’ estero (o vi hanno lavorato in passato). In un video di 45 report su 45 diverse città del mondo, questi giovani talenti parlano dei più importanti progetti nel settore delle infrastrutture realizzati o in via di realizzazione nei paesi esteri in cui vivono.

A Milano la mostra “L’ architettura del Mondo. Infrastrutture, mobilità, nuovi paesaggi” fino al 13 Febbraio 2013

Location mostra: Triennale di Milano, viale Alemagna 6
Costo biglietto ingresso mostra: 8 euro

Orario apertura mostra:
– da martedì a domenica dalle ore 10.30 alle ore 20.30
– giovedì dalle ore 10.30 alle ore 23.00

Per informazioni: 02-724341

Booking.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.