Una delle principali attrattive offerte da un viaggio in Argentina (Sud America) è certamente il Parco Nazionale Talampaya, una meravigliosa area protetta nata per tutelare gli importanti siti archeologici e paleontologici della zona. Una vacanza in Argentina non può dunque non includere una tappa in questo bellissimo Parco Nazionale dichiarato Patrimonio dell’ Umanità dall’ Unesco nel 2000, soprattutto se siete amanti dell’ archeologia e della paleontologia. Il Parco Nazionale di Talampaya sorge in Argentina nella provincia di La Rioja (nel centro ovest della provincia, a circa 250 chilometri dalla città di La Rioja) e confina con il Parco Naturale Ischigualasto, con il quale infatti condivide la stessa formazione geologica. Esteso su un’ area di circa 2150 chilometri quadrati, il Parco Nazionale di Talampaya sorge ad un’ altezza di circa 1.500 metri sul livello del mare. Talampaya è stato dichiarato Parco Nazionale nel 1997, quando è stato anche incorporato all’ Argentina National Park System. Oggi è un sito di grandissima rilevanza turistica, perchè di grande valore storico, paesaggistico e archeologico. Anzitutto durante il vostro viaggio in Argentina nel Parco Talampaya potrete ammirare una fauna e una flora ricchissime e rigogliose. Anche il paesaggio naturale in cui si trova immerso il Parco è di notevole bellezza: è molto simile al Grand Canyon, ma col valore aggiunto apportato dai molteplici resti delle civiltà precolombiane.

La grande attrattiva offerta da questo Parco è infatti costituita proprio dalle splendide pitture rupestri: tracce e resti lasciati dalle storie passate di antichi popoli. Durante il vostro viaggio in Argentina nel Parco Talampaya potrete infatti ammirare molteplici incisioni che raffigurano esseri umani e animali e graffiti rupestri di vario tipo. Il Parco nazionale di Talampaya in Argentina è dunque un luogo ricco di fascino e magia e porta le tracce non solo degli antichi popoli che lo abitarono, ma anche dei dinosauri che vissero qui nel periodo triassico. Il Parco fa parte infatti del territorio della Conca triassica dell’ Ischigualasto, dove arrivarono, verso la metà del periodo triassico, gli antenati dei dinosauri, ovvero gli arcosauri, la maggior parte dei quali visse proprio a Talampaya. Durante il vostro viaggio in questo splendido Parco nazionale argentino consigliamo di seguire i tre principali circuiti turistici che vi condurrano alla scoperta delle molteplici bellezze archeologiche e paleotologiche del sito: ad esempio i muraglioni con i petroglifi, i “pizarrones” (ovvero una specie di lavagne), i “cajones” (cassoni) attraverso i canyon, i vari “murales” su cui potrete ammirare le bellissime testimonianze grafiche lasciateci dagli indigeni. Da vedere assolutamente durante una vacanza in questo Parco la cosiddetta Ciudad Perdida, ovvero una specie di cratere esteso per ben 3 chilometri con stupende formazioni all’ interno. Inoltre consigliamo di seguire anche uno dei nuovi itinerari del Parco, ovvero il Sentiero dei Dinosauri del Triassico: un sentiero a tema lungo circa 230 metri che include cinque tappe diverse. Ogni tappa illustra una delle cinque fasi che compongono il periodo triassico, attarverso una riproduzione dei dinosauri che vissero a Talampaya durante quel periodo geologico. Quello attraverso il Parco Nazionale di Talampaya è quindi davvero un itinerario di viaggio molto interessante e stimolante non solo per gli amanti della paleontologia, ma per tutti perchè aggiunge un pezzetto di conoscenza della storia del nostro pianeta e dei popoli che l’ abitarono.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.