Si chiama “X-Ray Guernica” la nuova istallazione del progetto di Urban Art esposta a Roma sul muro del frigorifero dell’ ex Mattatoio di Testaccio fino al 31 Ottobre 2010. Si tratta di un murale di Ron English, maestro del pop surrealismo americano, che propone la sua rivisitazione ai raggi x di “Guernica” di Picasso sul muro che segna l’ ingresso alla fiera d’ arte contemporanea che si tiene negli spazi del Macro Future.
L’ opera “X-Ray Guernica” raffigura una composizione di scheletri (dentro le stesse figure presenti nell’ opera-icona di Picasso), disposti esattamente nella medesima posizione dell’ originale. Con quest’ opera Ron English vuole rendere omaggio ai martiri di Guernica, per non dimenticare.
Per la realizzazione delle sue opere, Ron English aggiunge strati di pittura per ricreare la pelle dei personaggi, riportando così la sua visione a raggi x iniziale ad uno stadio di maggiore prossimità con l’ opera autentica di Picasso.

Lo stesso Ron English spiega così la sua visione del mondo e il suo universo artistico: “Guardo fuori dalla finestra e non vedo più montagne, ma un cartellone pubblicitario; sono circondato dalle mascotte delle aziende che governano il pianeta. Onnipresenti eppure intoccabili“.
Per questa sua visione, fin dalla metà degli anni ’80 Ron English interviene per sovvertire i media mainstream, utilizzando le loro stesse tecniche. Si tratta del culture jamming” a cui Ron English aderisce per combattere il dilagare di loghi e pubblicità con le loro stesse armi, attraverso la ricontestualizzazione di simboli e icone della cultura pop contemporanea.

E’ quello che Ron English fa rivisitando opere d’ arte del passato, come l’ Urlo di Munch, il Cenacolo di Leonardo, il Déjeuner sur l’ Erbe di Manet, dove i protagonisti diventano Charlie Brown, Lucy e Sally dei Peanuts. Sulle sue tele Ron English rivisita anche le icone e i miti della cultura americana dalla metà del ‘900, da Marilyn a Topolino, da Bugs Bunny al clown di Mc Donald, da Superman a Elvis. Anche i figli di Ron English diventano i soggetti del progetto Son of pop Dove, seppur riconoscibili, e vengono trasformati da Ron English in personaggi della cultura pop contemporanea: Andy Warhol, Batman e Robin, Gene Simmons.

Ron English ha anche firmato copertine di album musicali e girato film in 8 millimetri all’ inizio della sua carriera; è al centro del documentario The art and crimes of Ron English, costruito interamente su di lui e sul suo lavoro, è autore di decine di fotografie in bianco e nero, di installazioni e di una serie di testi di canzoni.

Absolut wallpaper Roma: Ron English, “X-Ray Guernica”

Fino a fine Ottobre 2010
ex-Mattatoio al Testaccio piazza Giustiniani

(Fonte: Comunicato Stampa Comune di Roma www.comune.roma.it)