Al Palazzo Madama di Torino è aperta al pubblico fino al 1 Settembre 2013 la mostra fotografica “Elliott Erwitt-Retrospettiva”.

La mostra di Torino è interamente dedicata al grande fotografo Elliott Erwitt, uno dei più conosciuti e apprezzati a livello internazionale.

Nella cornice espositiva della Corte Medievale di Palazzo Madama a Torino si possono ammirare 136 fotografie in bianco e nero, accuratamente selezionate fra le più significative della lunga e produttiva carriera del fotografo Elliott Erwitt.

Elliott Erwitt: il fotografo della “commedia umana”

Fotografo di origine ebraica nato nel 1928 a Parigi, Elliott Erwitt ha passato parte della propria infanzia in Italia: ha infatti vissuto fino al 1939 a Milano, per poi essere costretto ad emigrare negli Stati Uniti a seguito delle leggi razziali fasciste. E’ proprio negli Stati Uniti che Elliott Erwitt si è accostato al mondo della fotografia, lavorando presso un laboratorio dove venivano realizzate stampe con autografo destinate ai fans delle grandi stars del cinema hollywoodiano.
Una volta scoperta la passione per la fotografia. il talento di Elliott Erwitt si è manifestato in tutta la sua grandezza: i suoi scatti riescono a cogliere con profondità e sensibilità ogni sfumatura della vita di tutti i giorni, ma anche quella mondana delle stelle del cinema.

A proposito del suo modo di fotografare, lo stesso Elliott Erwitt ha dichiarato:
“Si tratta di reagire a ciò che si vede, senza preconcetti. Si possono trovare immagini da fotografare ovunque, basta semplicemente notare le cose e la loro disposizione, interessarsi a ciò che ci circonda e occuparsi dell’umanità e della commedia umana”.
Da qui la definizione di “fotografo della commedia umana”, come spesso viene chiamato Elliott Erwitt.

In più di sessant’ anni di carriera fotografica, Elliott Erwitt è diventato uno dei fotografi migliori del Novecento proprio per il suo straordinario e personalissimo modo di rappresentare l’ umanità e la vita quotidiana in tutte le sue sfaccettature, in modo sensibile e delicato ma al contempo realistico.
Dagli scatti di Elliott Erwitt emergono anche gli aspetti buffi e comici della vita. Per cogliere i suoi soggetti nel modo più naturale e realistico possibile, Elliott Erwitt faceva fotografie “rubate”: realizzate per strada, cogliendo l’ attimo, senza che i soggetti interessati sapessero di essere fotografati.
I soggetti preferiti negli scatti di Elliott Erwitt erano, fra gli altri, gli animali domestici (in particolare i cani, che lui considerava “creature comprensive… persone interessanti con più peli”), bambini, personaggi famosi, scorci urbani, scatti pubblicitari, visitatori di musei.

Alla mostra è disponibile un volume che include tutte le fotografie presenti, con un contributo della critica fotografica e giornalista Angela Madesani.

A Torino la mostra “Elliott Erwitt-Retrospettiva”.
Fino al 1 Settembre 2013

Location mostra: Palazzo Madama di Torino, in Piazza Castello

Orario apertura mostra:
– da martedì a sabato dalle ore 10 alle ore 18 (ultimo ingresso alle ore 17)
– domenica dalle ore 10 alle ore 19 (ultimo ingresso alle ore 18)
– chiuso il lunedì.

Costo biglietto ingresso mostra:
– biglietto intero €8 (con inclusa l’ audioguida)
– biglietto ridotto €5 (con inclusa l’ audioguida) per ragazzi tra i 13 e i 18 anni
– ingresso gratuito per bambini da  0 a 12 anni e disabili.

Per informazioni e prenotazioni:
tel. 0114433501

Booking.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.