Al Complesso del Vittoriano di Roma è aperta al pubblico fino al 3 Febbraio 2013 la mostra “Guttuso. 1912-2012”.

La mostra di Roma su Guttuso è organizzata per celebrare il centenario della nascita del maestro siciliano Renato Guttuso, uno dei pittori più importanti del panorama artistico del Novecento. La mostra “Guttuso. 1912-2012” è un’ interessante retrospettiva che, attraverso l’ esposizione di 100 dipinti di Guttuso, illustra il percorso artistico del pittore, dagli inizi dell’ attività fino alla morte.

Per rappresentare le varie fasi della produzione artistica di Guttuso, la mostra di Roma ha selezionato accuratamente le opere da esporre, prendendole in prestito sia da musei molto prestigiosi (fra cui l’ Estorick Collection di Londra, il Centre national des arts plastiques di Parigi, il Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid, il Museo Guttuso di Bagheria e la Galleria Nazionale d’ arte moderna e contemporanea di Roma), sia da collezioni private.

Sono stati scelti disegni, dipinti e bozze rappresentativi delle varie fasi artistiche di Guttuso. In mostra a Roma è possibile ammirare anche le opere appartenenti alla collezione privata di Guttuso, tra cui le tavolette che il pittore utilizzava agli inizi del suo percorso artistico. Sono esposte anche le Nature Morte realizzate nel periodo in cui Guttuso, da poco trasferitosi a Roma, era influenzato dallo stile dei pittori della Scuola Romana.

E’ la prima volta che la città Roma dedica al grande pittore Guttuso una mostra monografica di tale portata: è un tributo doveroso, visto che proprio a Roma Guttuso passò tanti anni della sua vita (visse infatti a Roma per ben 50 anni). Lo studio che Guttuso aprì nella capitale diventò in breve tempo un centro culturale e artistico importantissimo per la città. Di Roma Guttuso ha saputo rappresentare nelle sue opere diversi aspetti: quello religioso, quello politico e quello sociale, interpretando la città sempre in modo intenso e mai banale.

Stile e significato delle opere di Guttuso

La mostra allestita presso il Complesso del Vittoriano a Roma permette ai visitatori di approfondire la conoscenza di un pittore complesso come Guttuso: un artista profondo che con le sue opere ha voluto lasciare una testimonianza dell’ epoca e rappresentare la realtà umana in tutte le sue sfaccettature, anche quelle più negative e dolorose. Per Guttuso l’ elemento umano nell’ arte è fondamentale, e con le sue opere ha cercato di superare le barriere fra arte e uomo. L’ arte di Guttuso è, come lui stesso spiegò, “un’ arte legata all’ uomo, ai suoi sentimenti, alle sue sofferenze, alle sue lotte”. Per calarsi meglio nella realtà del periodo e per prendere ispirazione per le sue opere, Guttuso era solito relazionarsi con altri artisti e stabilire con loro collaborazioni e rapporti fecondi e duraturi. Guttuso ha intessuto collaborazioni artistiche significative con pittori del calibro di Sutherland e Picasso, ma ebbe rapporti e scambi anche con con scrittori come Sciascia, Pasolini e Moravia, con scultori come Manzù e Moore, con registi come Visconti e De Sica, con poeti come Montale e Neruda.

A Roma la mostra “Guttuso. 1912-2012”
fino al 3 Febbraio 2013

Location mostra: Complesso del Vittoriano di Roma, via San Pietro in Carcere (Fori Imperiali)

Orario apertura mostra:
– dal lunedì al giovedì dalle ore 9.30 alle ore 19.30;
– venerdì e sabato dalle ore 9.30 alle ore 23.30;
– domenica dalle ore 9.30 alle ore 20.30.
La biglietteria chiude un’ ora prima.

Costo biglietto ingresso mostra:
– biglietto intero €12,50
– biglietto ridotto €9

Per informazioni e prenotazioni: tel. 06-780664

Booking.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.