Se avete la fortuna di fare un viaggio in Bolivia, affascinante paese del Sudamerica, non perdetevi una fantastica attrazione da vedere durante una vacanza in Bolivia. Stiamo parlando del Salar de Uyuni, il più grande deserto salato al mondo che vi offrirà un paesaggio davvero indimenticabile e assolutamente unico. Una tappa imperdibile di un viaggio in Bolivia. Quest’ incredibile distesa di sale si estende per 12.000 chilometri quadrati nei dipartimenti di Potosí e di Oruro (vicino alla città di Uyuni, da qui il nome del deserto) nell’ altopiano andino merdionale boliviano, a circa 3.650 metri di altitudine. Secondo recenti stime, il Salar de Uyuni contiene ben 10 miliardi di tonnellate di sale; di queste circa 25.000 tonnellate vengono estratte ogni anno. Qui si trovano considerevoli quantità di magnesio, boro e potassio; inoltre circa un terzo delle riserve di litio della Terra viene estratto proprio qui. Il Salar de Uyuni si compone più o meno di 11 strati (spessi da un minimo di 2 metri a un massimo di 10 metri dello strato posto in superficie). Questo magnifico deserto salato si è originato dal prosciugamento del lago Minchin, enorme lago del perido preistorico (parliamo di 40.000 anni fa), prosciugamento che ha formato i laghi Poopò e Uru Uru, ancora esistenti e due deserti salati, il Salar de Coipasa e appunto l’ enorme e spettacolare Salar de Uyuni. Il Salar offre uno un paesaggio davvero magnifico da non perdere durante un viaggio in Bolivia: immaginate un’ immensa distesa desertica color bianco splendente, che manda i suoi folgoranti bagliori sotto il cielo completamente terso e azzurro.

Ecco l’ itinerario di viaggio da effettuare per ammirare questa meraviglia: con una jeep potrete attraversare il Salar de Uyuni; la traversata durerà circa un’ ora. Vi consigliamo quindi di fermarvi presso l’ Isla Pescados, una piccola collina a forma di pesce che spunta fuori per circa 50-60 metri dall’ immensa distesa di sale. Su questa collina crescono abbondanti degli enormi cactus (alti circa 6-8 metri), oltre ad altre piante erbacee e licheni. Quindi fate tappa su un’ altra “isoletta”, nel bel mezzo del deserto sorge infatti una formazione di origine vulcanica, la Isla Incahuasi, salendo in cima alla quale potrete ammirare tutto il Salar nella sua folgorante estensione. Un’ ultima curiosità per il vostro viaggio in Bolivia ad ammirare il deserto di sale: le leggende Inca narrano che in questo deserto ci siano i cosiddetti Ojos de Salar (occhi del deserto di sale), ovvero dei buchi dai quali sgorga l’ acqua sottostante che si dice inghiottessero le carovane che passavano da lì, poichè in certe ore del giorno la luce era davvero abbagliante e quindi questi buchi non erano visibili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.