Venezia è una meta di viaggio molto gettonata dai turisti sia italiani che stranieri, attratti dal suo fascino e dalla sua ricchezza culturale. Per chi ha un budget limitato, conviene alloggiare nei dintorni della città. In una delle isole minori della Laguna Veneta, l’ isoletta di Mazzorbo, sorge l’ ostello Venissa, nato da un interessante progetto di rivalutazione del territorio.

L’ ostello Venissa nasce dalla storia particolare di Mazzorbo: fino al Settecento questa piccola isola posta proprio nel cuore del parco della Laguna Nord era un’ isola murata con un orto protetto dalle acque salmastre, una vigna, un frutteto e dei magazzini per le barche. Dopo un periodo di progressivo abbandono di queste realtà produttive, il Progetto Terre di Venezia (che ha coinvolto diverse associazioni, il Parco della Laguna e il Comune di Venezia) ha deciso di restaurare e recuperare i vecchi magazzini. E’ all’ interno di questo progetto di rivalutazione delle risorse territoriali che è nato l’ Ostello Venissa.

Le sei raffinate stanze dell’ ostello sono state infatti ricavate proprio negli ambienti degli antichi magazzini, così come l’ ottimo ristorante della struttura. La tenuta (più di 2 ettari di terreno coltivato) all’ interno della quale sorge l’ ostello, è un vero esempio di “vigna murata”, perchè è circondata da un muro settecentesco ed include tutti gli edifici tradizionali dell’ architettura lagunare: la casa padronale, la stalla, le cantine, il fienile e i depositi.

L’ ostello della Tenuta Venissa dista solo mezz’ ora di vaporetto dal centro storico di Venezia, inoltre basta attraversare un ponte di legno per arrivare a Burano, altra isola della Laguna da visitare in una vacanza di più giorni a Venezia.

Le camere dell’ ostello Venissa

L’ ostello Venissa è stato ricavato negli ambienti di quella che un tempo era la casa padronale. L’ edificio è stato ristrutturato matenendo le orginali strutture architettoniche lagunari, ma con l’ aggiunta di dettagli e comodità tipicamente moderni. Il risultato è una piccola e accogliente struttura ricettiva di sei camere. Di grande atmosfera, le stanze si affacciano sugli orti, sul vigneto e sulla laguna di Venezia. Contribuiscono all’ eleganza e al fascino dell’ ostello anche gli arredi, che mescolano antico e moderno in modo molto armonioso.

Il ristorante dell’ ostello Venissa

E’ degno di nota anche il ristorante dell’ ostello Venissa, gestito da una giovane chef con alle spalle un significativo percorso culinario nei migliori ristoranti italiani. I piatti proposti sono scelti dallo chef ogni giorno in base alle materie prime disponibili, in modo da utilizzare solo prodotti freschi del territorio locale. Le verdure ad esempio vengono dagli orti della tenuta, le carni prevalentemente dall’ entroterra veneziano e il pesce dalle acque dell’ Alto adriatico e della Laguna.

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
Ostello Venissa
Fondamenta Santa Caterina 3, Isola di Mazzorbo (Venezia)
Tel. 0415272281
E-mail info@venissa.it
Sito internet www.venissa.it

Cosa vedere nei dintorni di Mazzorbo: Venezia e isole della Laguna Veneta

Pernottare all’ ostello Venissa significa anche avere la comodità di raggiungere in breve tempo Venezia e le isole della Laguna. La reception dell’ ostello Venissa fornisce tutte le informazioni per organizzare al meglio le gite sulle isole e per prenotare eventuali visite guidate ai musei di Venezia (trovate utili informazioni su cosa verede a Venezia qui: Cosa vedere in 3 giorni a Venezia). Oltre a Venezia, i luoghi da visitare sono molti, dato che la laguna veneta è ricca di isole interessanti. La maggior parte delle isole (e anche la parte più interessante da visitare) sorge nella parte nord della Laguna. Fra le isole più grandi da visitare ci sono Burano (famosa per i pizzi e i merletti e per le caratteristiche case colorate), Torcello, Sant’ Erasmo e Murano. Ma meritano una visita anche le isole minori come La Certosa, il Lazzaretto Nuovo, San Giacomo in Palude.

Nella stessa isoletta di Mazzorbo, dove sorge l’ ostello Venissa, è da vedere la chiesa romano gotico di Santa Caterina con il campanile ed alcune belle case in stile gotico che troverete lungo il canale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.