Alla Reggia di Venaria (in provincia di Torino) è aperta al pubblico fino al 7 Luglio 2013 la mostra intitolata “Lorenzo Lotto nelle Marche. Un maestro del Rinascimento”.

La mostra della Reggia di Venaria espone le opere più sigificative che Lorezno Lotto ha realizzato in seguito a committenze marchigiane, documentando le fasi più importanti della produzione artistica del grande pittore veneziano per le Marche.

In mostra troverete esposta anche un’ opera di Durante Nobili: “Madonna in Gloria con i Santi Cosma e Damiano”, opera che Durante Nobili dipinse nel 1535.
Durante Nobili fu infatti allievo di Lorenzo Lotto nel 1535, e in quell’ anno collaborò alla realizzazione della “Madonna col Bambino in gloria con i Santi Andrea e Girolamo”, più conosciuta come “Pala di Fermo”.

I rapporti artistici di Lorenzo Lotto con la regione Marche e le opere esposte in mostra alla Reggia di Venaria

La produzione artistica che Lorenzo Lotto ha realizzato per le Marche è una delle migliori e più importanti di tutto il Cinquecento italiano. Molto varia (include ritratti, allegorie profane, dipinti a carattere reliogioso, opere pubbliche e private), la produzione artistica marchigiana di Lorenzo Lotto copre un considerevole arco di tempo, dato che l’ artista veneziano ha avuto molti rapporti con committenti marchigiani nel corso della sua vita. La mostra alla Reggia di Venaria documenta tutte le varie fasi del percorso artistico marchigiano di Lorenzo Lotto, esponendo le opere più significative di ogni periodo, a partire dal 1508, quando il Lotto ebbe le sue prime commissioni artistiche nelle Marche.

Il primo periodo artistico di Lorenzo Lotto nelle Marche

Proprio nel 1508 Lorenzo Lotto dipinse a Recanati per il grande Polittico destinato alla Chiesa di San Domenico. A questo primo periodo risalgono altre opere che molto hanno da raccontare sull’ evoluzione artistica di Lorenzo Lotto, come la “Trasfigurazione” per l’altare maggiore della chiesa di Santa Maria di Castelnuovo e la “Deposizione di Cristo nel sepolcro”.
Delle opere di questo periodo, la mostra alla Reggia di Venaria espone “San Giacomo Maggiore” e “San Vincenzo Ferrer in gloria” (quest’ ultimo appositamente restaurato per la mostra).

Il secondo periodo artistico di Lorenzo Lotto nelle Marche

Lorenzo Lotto ebbe molte commissioni nelle Marche anche dopo il 1525, nel periodo in cui si trasferì da Bergamo a Venezia. In particolare nel corso degli anni Trenta e Quaranta Lorenzo Lotto andò più volte nelle Marche per realizzare delle opere commissionate. Di questo periodo potrete ammirare esposte in mostra le tavolette che raffigurano la “Vergine annunciata” e “l’Angelo annunciante” e tre dipinti la cui realizzazione risale agli anni Quaranta del Cinquecento: i “Santi Cristoforo, Rocco e Sebastiano”, i “Santi Stefano, Giovanni Evangelista, Simone Zelota e Lorenzo” e la “Madonna col Bambino”.
Degli anni Quaranta è esposto in mostra anche il dipinto “Gentiluomo con i guanti” (realizzato nel 1543), un’ opera di grande valore artistico.

L’ ultima fase della produzione artistica di Lorenzo Lotto nelle Marche

Dell’ ultimo periodo della produzione artistica di Lorenzo Lotto nelle Marche (l’ultima commissione realizzata fu “L’ Assunzione della Vergine” per la chiesa di San Francesco alle Scale di Ancona, nel 1550), la mostra allestita presso la Reggia di Venaria propone alcune opere molto importanti: il “Ritratto di balestriere” del 1552 (concesso in prestito dalla Pinacoteca Capitolina) e due ritratti -genere in cui Lorenzo Lotto era particolarmente abile- indicativi dello stile dell’ artista in età anziana, soprattutto il ritratto del “Frate domenicano”.

Alla Reggia di Venaria la mostra “Lorenzo Lotto nelle Marche. Un maestro del Rinascimento”. Fino al 7 Luglio 2013

Location mostra: Reggia di Venaria, Piazza della Repubblica 4, Venaria Reale (Torino); Sale delle Arti, I° piano

Orario apertura mostra:
– da martedì a venerdì dalle ore 9 alle ore 17 (ultimo ingresso circa un’ ora prima della chiusura)
– sabato e domenica dalle ore 9 alle ore 20
– Chiuso il lunedì (eventuali giorni festivi hanno invece gli stessi orari della domenica)

Costo biglietto ingresso mostra:
– biglietto intero 8 euro
– biglietto ridotto 6 euro per gruppi di minimo 12 persone e per maggiori di 65 anni
– biglietto ridotto 3 euro per le scuole (classi minimo di 12 studenti, ingresso gratuito per 2 accompagnatori ogni 25 studenti) e per bambini e giovani dai 6 ai 18 anni
– ingresso gratuito per minori di 6 anni

Nota: i biglietti consentono l’ingresso anche ai Giardini della Reggia di Venaria (Parco alto e Parco basso) con Potager Royal, installazioni di arte contemporanea, Fantacasino, Giornate da Re, Teatro d’ Acqua della Fontana del Cervo.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 0114992333

Booking.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.